Il poliziotto tutto d’un pezzo è all’ottava stagione. Titus Welliver ritorna nei panni del vecchio Harry Bosch, che ora è un investigatore privato. La serie chiamata “Bosch: Legacy” inizia questa settimana ed è etichettato come Stagione 1. I fan della serie originale possono stare tranquilli, però. In tutto, tranne che nel nome, è l’ottava stagione di “Bosch”.

Nell’ottava stagione ci sono alcuni colpi di scena: Harry Bosch (Titus Welliver), il poliziotto più duro del poliziotto più duro, ora è un investigatore privato, dopo aver lasciato il dipartimento di polizia di Los Angeles. E la sua determinata figlia, Maddie (Madison Lintz), ora è una poliziotta, che si sta allenando ad avere pari misura di orgoglio e ansia del padre. 

Il personaggio più importante, ovviamente, è Welliver, la cui performance strettamente incontrollata ha reso Bosch uno dei personaggi televisivi più indelebili dell’ultimo decennio. Lavora ancora con il suo LA.P.D. e ci sono sempre alcuni personaggi storici di “Bosch” come Gregory Scott Cummins e Troy Evans nei panni dei detective veterani e del duo comico Crate and Barrel. Scott Klace ritorna anche nei panni del sergente d’ufficio Mank, che ora tiene d’occhio Maddie, e Jamie Hector resta nei panni del vecchio partner di Bosch, Jerry Edgar. 

Al centro della nuova serie ci sono Welliver, Lintz e Mimi Rogers, che è tornata nei panni dell’avvocato del querelante Honey Chandler, mentore di Maddie e a volte nemesi di Bosch. Sono raggiunti da un nuovo importante personaggio, Stephen A. Chang, che è molto interessante nei panni di Mo, un tecnico che Bosch assume per lavori di intercettazione e sorveglianza. Un altro “personaggio” amato, la spettacolare casa in collina di Bosch, è danneggiato da un terremoto e il suo destino è… in bilico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.