Lo Zippo ha più di 80 anni ma non perde il suo fascino. E ora lo si può avere personalizzato

I più bravi riescono ad accendere la fiamma strofinandolo contro i jeans. Ma anche coloro che usano normalmente il pollice per accendere lo Zippo sanno di maneggiare un vero mito, nato in Pennsylvania nel 1932 prendendo il nome da un altro prodotto dell’epoca che stava riscuotendo grande successo, cioè la cerniera lampo (zip). In tanti anni la forma è rimasta praticamente identica e così anche la sua principale caratteristica: produrre sempre la fiamma, anche quando tira vento. Un’altra originalità è che si può sapere la data di nascita di quell’accendino grazie a un’iscrizione sul fondo che riporta mese (le lettere dell’alfabeto) e anno di produzione. 

Negli anni della seconda guerra mondiale, vista la penuria di ottone dovuta allo sforzo bellico, lo Zippo venne prodotto in acciaio. Per evitare la ruggine veniva rivestito con della vernice nera e poi cotto. Il risultato viene chiamato “black crackle”. E durante la guerra del Vietnam veniva dato in dotazione a tutti i soldati.

Durante la seconda guerra mondiale, i soldati erano favorevoli agli accendini Zippo perché erano economici, affidabili e funzionavano sempre quando era necessario. Più tardi, durante la guerra del Vietnam, diversi oggetti divennero le tele su cui i soldati dipinsero i loro sentimenti. Lo Zippo era uno di questi oggetti. Secondo i collezionisti, 200.000 Zippos furono usati dai soldati americani in Vietnam. Lo Zippo ha svolto un ruolo in quasi tutte le attività quotidiane di un soldato. La parte superiore lucida forniva un pratico specchio e la fiamma dell’accendino riscaldava lo stufato all’ora dei pasti. I soldati tenevano il sale nelle cavità inferiori, chiamate fondi in scatola, dei loro Zippos, per ricostituire il sale corporeo perduto. Altri Zippo leggendari venivano usati per trasmettere segnali o addirittura fornivano uno scudo contro i proiettili nemici.

Pochi sanno che gli Zippo possono essere personalizzati inserendo sulla cassa immagini o scritte. La lavorazione di questi oggetti a tiratura limitata viene fatta integralmente presso gli stabilimenti della Zippo Manufacturing Company di Bradford, Pennsylvania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.